Mutui e assicurazioni

Il costo delle assicurazioni: Questione di buonsenso

In questi anni i costi delle assicurazioni legate alle polizze auto hanno subito sempre continui aumenti, nonostante il tanto citato in passato decreto Bersani, mirato a liberalizzare un settore da sempre ingessato, i vantaggi non sono stati poi tanti.

Certamente le azioni mirate a creare concorrenza tra compagnie assicurative e volte a fare in modo tale che la concorrenza fosse reale, all’inizio hanno creato un’onda non solo emotiva ma anche decisionale delle compagnie positiva.

Nel frattempo i massimali delle compagnie assicurative sono sempre aumentati, questo perché l’Unione Europea ha imposto di aumentare i massimali legati alla Rca auto, questo per tutelare le numerose vittime della strada. Insomma quando si va a calcolare la rata dell’assicurazione auto si scopre che questa non cala mai, anche se la nostra classe si avvicina ai numeri di rischio più bassi.

Le compagnie ovviamente hanno adeguato la loro offerta di copertura assicurativa a quelle che erano le esigenze di tutela chieste dalla comunità europea, questo però si è tradotto in termini economici in aumenti legati ai premi assicurativi.

In passato si è sempre pensato che avere un mezzo non troppo grande, agevolasse in termini economici l’automobilista, infatti a una cilindrata non eccessivamente grande corrispondeva un premio assicurativo adeguato e non troppo elevato.

SuperMoney, portale online che confronta tra di loro i prezzi delle assicurazioni auto, dei mutui e dei prestiti, ha scoperto che di fatto il costo di una polizza auto per una cilindrata più piccola e per una cilindrata più grande non è poi oggi come oggi così accentuata.

Confrontando il costo di polizze legate a 53 veicoli diversi, il portale ha scoperto che le differenze sono minime e non sostanziali, un dato che ribalta completamente quelle che sono le credenze legate al costo delle polizze auto.

Il trend è completamente cambiato, in poche parole pare che oggi come oggi le compagnie assicurative tendono a privilegiare quelli che sono i comportamenti virtuosi che gli automobilisti hanno alla guida, a differenza del passato. Insomma questo potrebbe essere una buona notizia per il nostro conto corrente bancario.

Un cambiamento e un mutamento di prospettiva che è la diretta conseguenza dei sinistri gravi di questi ultimi anni, i quali complice una condotta di guida non responsabile coinvolgono persone e veicoli, causando grandi perdite in termini di vite umane e costi molto onerosi in termini di risarcimenti per le compagnie.

To Top