Category Archives: Mercato immobiliare

Annunci gratuiti immobili: come vendere la propria casa

Il mercato immobiliare sta attraversando da alcuni anni una crisi dovuta soprattutto alla  difficoltà di accendere un mutuo presso un istituto di credito e alla generale crisi economica italiana.

Ci sono diversi siti sul web dove è possibile inserire annunci gratuiti immobili e prendere così contatto con gli eventuali acquirenti. Quando si desidera vendere o comprare una casa ci si può rivolgere anche ad una agenzia immobiliare, dove un consulente farà da intermediario tra chi acquista l’immobile e chi lo vende, in questo caso però entrambe le parti dovranno pagare all’agenzia una somma di denaro per il suo operato. Altrimenti si può inserire gratuitamente il proprio annuncio sul web  o pubblicarlo in una dei vari giornalini che si occupano delle vendite immobiliari.

Consigli utili per inserire un annuncio

Com’è stato già detto in precedenza ci sono diversi siti di annunci gratuiti per la compravendita di immobili, senza dover poi corrispondere nessuna provvigione al sito sulla vendita del bene in questione. Pubblicare un annuncio è molto semplice e di seguito sono illustrati alcuni consigli utili.

  • Effettuare la registrazione nel sito scelto. Durante questa fase all’interessato viene generalmente assegnato un codice identificativo, che potrà usare in seguito per visualizzare il proprio annuncio.
  • Descrivere l’immobile usando un lessico accattivante che ha lo scopo di convincere l’eventuale acquirente a scegliere di acquistare la vostra abitazione. E’importante inserire: i metri quadrati dell’immobile, la divisione degli spazi interni, la sua esposizione, informazioni varie sulla zona dove si trova e sugli eventuali servizi che ci sono nelle vicinanze, ad esempio scuole, negozi, supermercati, fermate dell’autobus, metropolitane, negozi ecc. E’di fondamentale importanza descrivere anche i confort di cui dispone l’immobile, ad esempio riscaldamento autonomo, box doccia, giardino, balcone, aria condizionata, porte scorrevoli ecc.
  • Inserire un recapito telefonico o un indirizzo e mail dove si desidera essere contattati dagli interessati.

Negli ultimi tempi riuscire a comprare e vendere gli immobili anche con queste modalità è diventato molto difficile per questo motivo alcune persone ricorrono alla permuta, vale a dire lo scambio di un immobile con altro. Esistono portali dedicati alla permuta degli immobili, dove è possibile trovare annunci di immobili di varie dimensioni, che si trovano in diverse città italiane.

Vanno giù le richieste mutui nel mercato immobiliare: crollo previsto?

Negli anni passati e nel collettivo di ogni italiano medio la casa ha sempre rappresentato un bene per eccellenza, una sorta di approdo sicuro al quale arrivare, anche un sogno che rappresenta il coronamento di un percorso di stabilizzazione.

Per fare tutto questo nel corso degli anni passati quando le incertezze sul settore della economia in generale erano minori, l’accesso al credito per le famiglie era più semplice, fornendo delle specifiche garanzie si poteva chiedere un mutuo.

Ecocittà: a Porto Potenza Picena un esempio di interazionalizzazione edilizia

ecocitta

ecocitta“Siamo in presenza – ha affermato il governato della Regione Marche Spacca in occasione della presentazione del progetto Ecocittà– di risorse internazionali investite nel nostro territorio da un fondo di investimento israeliano, oltre 100 milioni di euro che sono in grado di spingere la nostra economia e che sono il segno del credito di cui vanta la nostra regione a livello internazionale.

Le parole del governatore sottolineano l’impegno e la portata del progetto voluto dal sindaco Sergio Paolucci. “Quella del sindaco Paolucci è una straordinaria intuizione per la natura del progetto, ovvero l’internazionalizzazione delle risorse con l’investimento di milioni di euro a Potenza Picena, ben 100 milioni di euro solo da Israele. Anche la programmazione politica è in linea in quanto non si usa altro territorio ma si riqualifica una zona in degrado. Poi la sfida è l’innovazione dei materiali ma anche il recupero del concetto di piazza come sintesi tra passato e futuro e, per ultimo, una scuola a costo zero. Un esempio virtuoso per tutte le Marche”

Il progetto La Piazza

E in effetti il centro residenziale La Piazza è un progetto di riqualificazione urbana che dimostra come la collaborazione tra pubblico e privato sia una strada percorribile in grado di portare benefici per la comunità. Nei giorni scorsi lo staff del Fondo d’investimenti comune della società Namira ha presentato nel dettaglio il progetto che porterà su un’area di circa 60.000 metri quadri alla costruzione di una zona residenziale con 15 lotti, all’incirca 500 tra appartamenti e villette a schiera, attività commerciali e ampie zone verdi collegate da una serie di percorsi pedonali.

La bonifica dell’area

Come ha tenuto a sottolineare l’architetto Sandro Marinelli la realizzazione di questo progetto non è stata delle più semplici considerato l’impatto dell’ex-Ceramica sul territorio. Liquami, metalli pesanti, piastrelle e il ritrovamento di un metallo inquinante come il boro nel terreno hanno richiesto un intervento di bonifica attraverso l’utilizzo di tecniche moderne come la raccolta differenziata dei rifiuti e l’utilizzo di barriere idrauliche e sistemi di pompaggio dell’acqua per ripulire falda e strati argillosi e spedire l’acqua al depuratore.

Ecosostenibilità e risparmio energetico

Oltre ad essere un modello economico-politico, il progetto sarà un esempio virtuoso di edilizia ecosostenibile. Al di là degli interventi di bonifica del terreno industriale infatti per la costruzione non verrà utilizzato terreno agricolo ma il progetto prevede la riqualificazione di terreno e aree inutilizzate. Non solo. La Piazza sarà una delle prime realizzazioni ampie di edifici a emissioni zero attraverso l’utilizzo di materiali innovativi e fonti rinnovabili per il riscaldamento e la climatizzazione degli appartamenti, dall’energia solare alla geotermia. Tutti gli appartamenti saranno in classe energetica A e A+ e saranno realizzati per garantire risparmio energetico e far spendere ad ogni condomino non più di 400 euro per l’energia elettrica annualmente.

Ecocittà sarà inoltre un esempio di edilizia convenzionata grazie al quale chi vuole comprare casa nelle Marche avrà la possibilità di acquistare un immobile di valore a prezzi calmierati fino al 25% in meno. Insieme alla costruzione di una scuola un altro aspetto dell’intesa con il comune di Porto Potenza Picena che dimostra la valenza complessiva del progetto.

Il mercato immobiliare 2012 secondo Tecnocasa

Anno nero per il mercato immobiliare il 2011, anno da dimenticare. Indipendentemente dalla posizione infatti la situazione ha accomunato venditori e acquirenti nell’alone di incertezza che l’economia italiana ha registrato negli ultimi mesi. Non mancano ovviamente coloro i quali hanno deciso di acquistare casa sfruttando il capitale accumulato nel passato e utilizzando il mattone come porto ssicuro in cui investire.

Le contrazioni dei dai sulle compravendite immobiliari hanno fatto registrare dati simili a quelli della fine degli anni ’90. Secondo le analisi sulle compravendite realizzate nel 2011 dalle agenzie del Gruppo Tecnocasa emerge come il 78% delle acquisizioni sia rappresentato dalla prima casa, il 16,8% come investimento, il 5,2% come acquisto di una casa vacanza.

I punti interrogativi ovviamente restano e ci si domanda quali saranno le prospettive per l’imminente futuro. Per il 2012 le previsioni sul mercato immobiliare non sono per nulla positive. Anzi. Secondo le stime si può comunque dire che le oscillazioni dei prezzi nelle grandi città saranno tra -2% e 0%.

Il mercato italiano, ma non solo, presente numerose anomalie. Una fra tutte la distanza tra la capacità di spesa dei potenziali acquirenti e le richieste di chi vende casa  che hanno provocato una riduzione sensibile del valore degli immobili e un aumento dei tempi di vendita. Una situazione contraddittoria con prezzi degli immobili al ribasso, si arriva ad un meno 4,7% nelle città e una dilatazione dei tempi di vendita.