Mars One prepara la Colonia su Marte

mars oneSi chiama Mars One ed ha sede in Olanda ed è una società con un progetto che è già balzato agli onori della cronaca. La Compagnia infatto aveva aperto le selezioni ad aprile dell’anno scorso, invitando tutti  i cittadini della Terra a proporre le loro candidature per formare la prima colonia umana su Marte. Il numero di risposte è stato impressionate: 200.000 volontari si sono iscritti per essere selezionati, coscienti, dato che Mars One lo specificava a chiare lettere, che si stavano proponendo per una missione di sola andata.

Proprio così, i fortunati selezionati saranno 25 e saranno le prime persone a stabilirsi su Marte per sempre, allo scopo di creare una colonia abitabile e sostenibile, ed attendere l’arrivo di altri coloni ogni due anni.Venticinque pionieri per l‘impresa più grande che mai tentata dall’Umanità dai tempi dei miti e delle leggende, che per due anni avranno un bel da fare per creare su Marte le strutture e le condizioni per sopravvivere e garantire la sopravvivenza agli altri intrepidi che arriveranno. Il fatto che le missioni siano tutte di sola andata è un punto importante su cui Mars One ha insistito sia durante la fase delle candidature (chiusa il 31 agosto 2013) sia nelle fasi di selezione. Pensare ad un ritorno è impossibile non ci saranno le risorse economiche ne tecnologiche per pensare di far tornare qualcuno o qualcosa una volta partiti, quindi si tratta di una missione potenzialmente suicida, dato che qualsiasi pericolo incontrato dovrà essere affrontato in loco senza possibilità di tornare indietro.

I 200.000 candidati sono già stati ridotti al numero di mille che nel corso dell’anno verrano filtrati ulteriormente fino a restare qualche decina. Di quelle poche decine tutti verranno assunti da Mars One come astronauti e dal 2015 inizieranno un periodo di sette anni di addestramento, fino al 2013 in cui 25 eletti partiranno. Il costo del primo viaggio, per trasportare i primi coloni e tutto l’occorrente sarà di 6000 milioni di dollari, mentre gli altri viaggi ne costeranno 4000. Il primo gruppo trasporterà materiali e per questo il carico più consistente avrà costi di trasporto più elevati, dato che tra le prime cose da fare ci sarà ad esempio quello di creare un impianto per le produzione di energia solare su una superficie di tre chilometri quadrati con i pannelli che ovviamente ci si porterà “da casa”.

I 1000 canditati rimasti si dichiarano tutti pronti a tutti, con una fede cieca ed addirittura suicida nel progetto che potrebbe essere un enorme balzo in avanti per la specie umana ma anche avere un tragico epilogo. Il 2023 non è molto lontano e gli astronauti sanno anche che per quanto ne sappiamo adesso, un corpo umano non può resistere per più di cinque anni alle radiazioni su Marte.

Nel frattempo Mars One annuncia che l’operazione sarà finanziata tramite il reality show più interessante della storia, dato che l’addestramento, le selezioni finali e tutto quello che faranno i coloni su Marte una volta arrivati, sarà trasmesso. E sicuramente i guadagni su scala mondiale compenseranno i costi. Si tratta di una prospettiva esaltante ed emozionante, colonizzare lo spazio, avere un altro Pianeta a disposizione addirittura più grande del nostro ormai povero e martoriato. Sarà emozionante anche solo vedere le dirette della vita degli astronauti, anche perché, non so voi , ma io una missione di sola andata su Marte non la farei per nulla al mondo. Sono perdutamente innamorato della Madre Terra.