Viaggi

Jethro Tull live a Pesaro per il quarantennale di Aqualung

Giovedì 6 dicembre alle ore 21.30, presso il Padiglione D della Fiera di Pesaro si terrà l’attesissimo concerto di Ian Anderson, storico leader dei Jethro Tull, in occasione del quarantesimo anniversario di uno degli album più suggestivi dell’epoca, quel Thick As a Brick spalancò al mondo le porte della musica psichedelica e concettuale.

Thick as a Brick, allora e oggi.

L’album uscì nel 1972, confermando quella svolta nel percorso musicale di Ian Anderson e compagni verificatasi l’anno prima con l’uscita di Aqualung, album del 1971 che regalò al gruppo la ribalta mondiale. Il successo dei Jethro Tull rappresentò l’espressione dirompente di un’identità matura, che accomunava questi artisti a un’intera generazione di pubblico.

Oggi l’album è stato rimasterizzato e ristampato in edizione speciale su vinile, per celebrare quarant’anni di storia della musica. All’uscita della nuova edizione di Thick As a Brick è stato affiancato un tour, che in Italia sarà composto di cinque date che si svolgeranno rispettivamente a Padova, Lucca, Roma, Modena e, per l’appunto, Pesaro. La data marchigiana sarà ancora più speciale in quanto sarà l’evento conclusivo del viaggio del “folletto del rock”, accompagnato per l’occasione dai musicisti di sempre, e molto legato al nostro paese.

Jethro Tull, una musica sempre attuale.

In un momento storico in cui l’essenza del vintage fa tendenza sotto ogni punto di vista, non si può non notare quanto questo influenzi l’arte in tutte le sue espressioni. Musicalmente parlando gli anni Sessanta e Settanta hanno segnato un cambiamento di rotta a livello generale, portato alla ribalta suoni inediti e coinvolgenti, e fatto esplodere nelle orecchie del mondo il rock psichedelico, considerato matrice assoluta di tutta la musica prodotta negli ultimi trent’anni.

I quattro “scarafaggi” di Liverpool, i Beatles che tutto il mondo conosce e ama, hanno dominato incontrastati il mercato musicale da allora sino ad oggi, continuando a fare tendenza.
L’epoca storico-musicale degli anni Sessanta però non è fatta solo di Beatles, ma include anche altri artisti di grandissimo valore, che a loro modo hanno contribuito all’evoluzione di genere di cui oggi raccogliamo l’eredità. I Jethro Tull sono senz’altro tra queste e possono essere tranquillamente annoverati tra quei pionieri rivoluzionari dell’arte che hanno contribuito a scrivere la storia della discografia, in controtendenza al punto tale da diventare essi stessi tendenza.

To Top